antonella cilento

Il cielo capovolto: la critica

In queste pagine la giovane Cilento, influenzata dal romanticismo fantastico dei racconti di Hoffman, lo trasforma e lo sublima attraverso il denso filtro della sua vena mediterranea. Nascono così dei passi di singolare bellezza.

Anna Maria Sabini Liberatore, Roma

E' bene che questi due racconti della Cilento (...) vengano tirati fuori dal forzato surplace letterario. Per la sapienza con cui sono stati costruiti; per la freschezza narrativa che emanano; per la scrittura, densa, ariosa, che si pone modelli alti: la Banti di Artemisia, la Ortese del Cardillo; e, non da ultimo, per il profilo dei personaggi (...) Esordio estivo, ma di quelli che lasciano un segno: non solo perchè l'autrice impegna la sua vita nella letteratura (tra l'altro è l'anima di uno dei più seguiti corsi di scrittura creativa), ma soprattutto per ciò che Il cielo capovolto lascia presagire.

Francesco De Core, Corriere del Mezzogiorno

Con grande evidenza emerge la capacità dell'autrice di descrivere i sentimenti più che i luoghi o le situazioni, l'animo umano più del contesto. L'ambientazione della vicenda è appena tratteggiata: su tutto spicca la forte personalità dei protagonisti, universali e senza tempo.

Wuz.it

© 2014-2017 Antonella Cilento - Tutti i diritti riservati